Rock Therapy: Rimedi sotto forma di canzone per ogni malanno by Massimo Cotto

By Massimo Cotto

A chi non è capitato di ascoltare di continuo quella canzone che sembra descrivere esattamente il nostro mal d’amore? E chi non è mai esploso in un grido liberatorio cantando a squarciagola il brano che in quel momento sente esprimere meglio di ogni altro il suo stato d’animo?
Massimo Cotto racconta 344 canzoni attraverso storie, meraviglie, segreti e ricordi personali, catalogandole secondo il bisogno a cui possono rispondere o il disturbo che aiutano a curare.
Non solo un compendio delle tracce fondamentali del nostro rock quotidiano, ma un atlante emozionale, un mosaico di suoni, parole e sensazioni che scaturiscono dagli ascolti.
Affabulatore irresistibile, uniqueness di un patrimonio di aneddoti e citazioni apparentemente immenso, Cotto trasmette il piacere di narrare e ci regala un libro che è un compagno di viaggio, una guida, un’agenda o un blocco in keeping with appunti, un talismano, un ricettario, uno di quei volumi da consultare in ogni occasione, consapevoli del fatto che l. a. musica «se siamo fortunati ci salva l. a. vita, nella peggiore delle ipotesi ci migliora los angeles giornata».

Show description

La danza: Storia, teoria, estetica nel Novecento (Italian by Alessandro Pontremoli

By Alessandro Pontremoli

Nel corso del Novecento los angeles danza è stata sottoposta advert attenta e minuziosa indagine e a un radicale ripensamento. Se si esamina il progredire nel corso del secolo delle idee sull'uomo e sulle sue possibilità di comunicazione e di espressione attraverso il movimento, emergono le caratteristiche e le peculiarità della danza come esperienza sociale e di partecipazione rituale collettiva, come evento artistico e realtà spettacolare. Il quantity ripercorre l. a. storia della danza moderna e contemporanea dal punto di vista sociale e fenomenologico, dai grandi precursori all'avanguardia degli ultimi anni, e ne mette in luce los angeles dialettica costante e produttiva con le prassi teatrali, le tecniche e le pedagogie del movimento.

Show description

Il futuro del contemporaneo. Conservazione e restauro del by Aa.Vv.,Giovanna Cassese

By Aa.Vv.,Giovanna Cassese

Il quantity raccoglie gli atti di Il futuro del Contemporaneo. Conservazione e restauro del layout, primo convegno internazionale in Italia sul tema, organizzato a Napoli dalla Fondazione Plart dal 14 al 15 maggio 2015, nell’ambito del competition Internazionale di layout. Storici del layout, storici dell’arte, direttori di musei nazionali e internazionali, galleristi, restauratori, scienziati, fashion designer fanno il punto sulle problematiche di conservazione del layout, grande patrimonio di knowledge e oggetti, icone della nostra contemporaneità, da trasmettere al futuro quale testimonianza di civiltà.
Le tematiche affrontate nel convegno si declinano nelle cinque sezioni in cui si articola il quantity: Il layout oggi tra passato e futuro: arte, architettura, artigianato e industria; Problematiche di conservazione del layout e il confine sottile con il restauro dell’arte contemporanea; los angeles parola ai fashion designer: progettazione, innovazione e durabilità; los angeles conservazione del layout; Nuove frontiere: bioplastiche e restauro sostenibile. L’iniziativa è in linea con los angeles politica della Fondazione Plart, struttura d’eccellenza in Italia con una grande raccolta storica di oggetti in plastica, che da sempre persegue los angeles venture di diffondere e promuovere los angeles cultura del layout e los angeles ricerca scientifica legata ai materiali di sintesi.

This quantity gathers the complaints of the way forward for the modern. Conservation and recovery of layout, first foreign convention at the topic in Italy, which used to be held on the Plart origin in Naples on might 14th and fifteenth 2015 through the foreign layout competition. layout and artwork historians, Italian and overseas museum administrators, gallerists, restorers, conservation scientists and architects take inventory of the problems concerning the conservation of layout, time period that comprehends an excellent background of information and gadgets, icons of our contemporaneity, which are to be transmitted to the long run as they're stories of our civilization. 5 sections discover the several concerns confronted in the course of the convention: Today’s layout among prior and destiny: paintings, structure, handcraft and undefined; concerns within the conservation of latest artwork and layout; Over to the designers: study, innovation and sturdiness; Conservation of layout: Italian and overseas examine; New frontiers: bio plastics and sustainable recovery. The initiative is according to the regulations of the Plart Museum, a centre of excellence in Italy that preserves, stories and promotes a good old selection of plastic layout items and that pursues the diffusion of the tradition of artificial fabrics for layout and the medical learn relating to their conservation.

Show description

I Gattopardi e le Iene: Splendori (pochi) e miserie (tante) by Claver Salizzato

By Claver Salizzato

“Ecco, quindi, con il collo infilato in questo nodo scorsoio, al “Cinema” nostrum non resta che soffocare lentamente, progressivamente, scalciando finché morte non ne sopravvenga. E, quel che è più insultante ed ingiurioso, sotto gli occhi foderati di prosciutto di una platea - composta in primo luogo dal pubblico delle sale, poi, through through, dai critici e/o giornalisti cinematografici di television e carta stampata con le loro stellette e le loro palline da assegnare, dai direttori di competition grandi e piccoli, dai programmatori dei palinsesti televisivi e chi più ne ha più ne metta - che non muove un dito consistent with impedirlo e che anzi, advert ogni piè sospinto, non perde occasione in keeping with celebrarne le radiose sorti e revolutionary, i “capolavori” (...) Quanto all’incensamento dei campioni d’incasso, in una Nazione che sta diventando sempre più autarchica e strapaesana, dalla cultura in giù, è l’argomento principe della macchina propagandistica di television, giornali, internet, pronti in qualsiasi occasione a stracciarsi le vesti according to l’enorme successo di questo o quello, ottenendo così, presso un pubblico farloccone che si beve Grandi fratelli, truth d’ogni tipo e latitudine, telenovele che neanche nel 4to mondo, a colazione, pranzo e cena, altri indici d’ascolto ineguagliabili e conseguenti introiti pubblicitari)”.

Show description

La Campania e la Grande Guerra: I Monumenti ai Caduti della by Pio Baldi,Emanuele Catone,Antonella Chiaromonte,Maria

By Pio Baldi,Emanuele Catone,Antonella Chiaromonte,Maria Rosaria Nappi

Questo quantity contiene il primo estratto dell'attività di schedatura realizzata dalla Direzione regionale del Ministero in keeping with i Beni e le Attività Culturali sui monumenti ai caduti della prima guerra mondiale in Campania, circa 700.
La schedatura ha lo scopo di attirare l'attenzione su un patrimonio del secolo scorso capillarmente diffuso, che, espressione di arte pubblica destinata advert un pubblico di passanti e di cittadini e oggetto di commemorazioni thoughtful retoriche, è stato nel pace guardato con una certa sufficienza rispetto all'arte delle avanguardie contemporanee e relegato in una sorta di limbo dalla storia dell'arte.
Va ricordato lo scopo di questi monumenti: los angeles memoria di un conflitto mondiale che causò solo in Italia oltre seicentomila morti con conseguenze devastanti nella vita delle famiglie e delle comunità locali. Essi costituiscono forse il primo e unico segno di adesione allo stato nazionale, l'Italia, infatti, come nazione si period formata da un pace relativamente breve e in molte region interne del Mezzogiorno, come il salernitano, il senso di appartenenza allo stato nazionale period poco sentito, il ruolo dei monumenti fu quindi anche quello di ricordare che l'unità italiana e los angeles partecipazione al conflitto mondiale non erano stati solo forieri di lutti e sventure, ma anche di una vittoria di cui andare fieri.

Il quantity è a cura di Maria Rosaria Nappi con contributi di Pio Baldi, Emanuele Catone e Antonella Chiaromonte.

Show description

Sulle vestigia di Domenico e Angelo Capranica: L'opera, la by Laura Gigli

By Laura Gigli

Il saggio descrive il risultato esemplare del restauro conservativo nella torre del PalazzoCapranica. I lavori, terminati nel 2008 e seguiti con pari responsabilità dall'arch. Gabriella Marchetti, della Soprintendenza ai monumenti di Roma, ha portato al ritrovamento del salone del piano nobile e al conseguente recupero del soffitto ligneo quattrocentesco, oltre che di alcune coeve decorazioni parietali. L'autrice della presente pubblicazione ha integrato sapientemente le descrizioni sia tecniche che artistiche attraverso lo studio delle fonti storiche, fornendo interpretazioni artistic sul monumento, che oggi unisce l'unicità delle forme antiche con l. a. diversità di una struttura contemporanea, rese consonanti con arte.

Show description

Le ville berlinesi di Hermann Muthesius (Arti visive, by Piergiacomo Bucciarelli

By Piergiacomo Bucciarelli

Hermann Muthesius (1861-1927), architetto e teorico tedesco, fu tra i fondatori del Deutscher Werkbund. Inviato dal governo prussiano come connecté culturale presso l’Ambasciata tedesca a Londra, pubblicò Das englische Haus, un’approfondita ricerca sull’architettura residenziale inglese. Personaggio di spicco della cultura guglielmina, importò a Berlino il modello della kingdom condo e fu l. a. figura chiave del trasferimento della management in campo architettonico dall’Inghilterra alla Germania. Nelle sue ville traspose i caratteri della casa di campagna inglese senza disattendere quei requisiti di assoluta funzionalità che i soci del Werkbund esigevano sia da un prodotto industriale che da un’abitazione moderna.

Show description

Rosa, la terza madre (Italian Edition) by Germano Romano

By Germano Romano

Rosa, l. a. bella Rosa, è rimasta schiava del suo passato, schiava della eredità della sua famiglia.In questo racconto ci sono alcune domande desiderose di una o di più risposte.Se l. a. famiglia venisse disgregata, resterebbero lo stesso le relazioni fra generi e tra generazioni & stirpi?La responsabilità della generazione che precede, viene addebitata su quella che segue come un imprinting genomico che marchia e regola in step with sempre l. a. successiva generazione?Noi siamo il frutto ed il totale delle nostre generazioni passate: i loro malesseri, le loro frustrazioni ma anche le loro gioie si sommano in noi.L’autore, Germano Romano, ha voluto finalmente mettere su carta e rendere pubbliche delle vicende lontane nel pace, avvenute in una famiglia qualunque, una famiglia che ha attraversato i lustri silenziosamente. Come silenziosamente e con forza ha scritto los angeles sua storia, una storia che l’autore ha vissuto come un inesorabile imprinting.

Show description

Sistemi agrourbani: La città in estensione nella piana del by Andrea Santacroce,Massimiliano Rendina,Efisio Pitzalis,Carlo

By Andrea Santacroce,Massimiliano Rendina,Efisio Pitzalis,Carlo Alessandro Manzo,Rejana Lucci,M. Antonia Giannino,Francesco Costanzo,Carlo Coppola,Gianluca Cioffi,Emanuele Carreri,Andrea Buondonno,Marino Borrelli,Pasquale Zeppetella

Il paesaggio della piana del Sarno, tra il Vesuvio e i monti Lattari, è fatto di parti densamente edificate, come Pompei e Scafati, e di campagne produttive variamente urbanizzate. l. a. sua rigenerazione si fonda su un’idea di città verde discontinua, inclusiva delle quarter agricole, che rilegge l. a. “città in estensione” di Giuseppe Samonà alla luce degli attuali problemi insediativi. los angeles proposta è un sistema multipolare, costruito da cluster agrourbani di residenze produttive separate da aree rurali e connessi alla riqualificazione del fiume Sarno. l. a. strategia qui delineata ha tra i suoi obiettivi il contenimento della dispersione edilizia, un migliore uso del suolo e dei canali, soluzioni ai rischi dell’esondazione e alle esigenze dell’esodo.
The panorama of Sarno undeniable, between Vesuvio and Lattari mountains, is made of dense components, as Pompei and Scafati, and of fruitful nation-state no matter if another way urbanized. Its regeneration is predicated at the notion of eco-friendly discontinuous urban, together with rural components, pondering the Giuseppe Samonà’s “estended urban” over, concerning the present city difficulties. The concept is a multi-polar approach, equipped up by way of small agrourban clusters separated via rural components and hooked up to the reclamation of Sarno river. the most ambitions of this approach are to minimize sprawl, to enhance soil and canals usage, to stand overflowing hazards and exodus needs.

Show description